Pulire ed igienizzare la plastica in casa

La plastica è un materiale moderno molto utilizzato, a volte anche troppo. Tutti in casa abbiamo decine e decine di oggetti di plastica, di qualsiasi forma e per ogni utilizzo, come i contenitori per conservare le pietanze, gli utensili per la cucina, i soprammobili, i complementi di arredo, i mobili e le sedie da esterno, oppure parti intere che compongono gli elettrodomestici come le lavastoviglie, i televisori ed i computer. Non avevate mai riflettuto sulla quantità di plastica presente anche in casa vostra, non è così? La plastica, apparentemente, è un materiale piuttosto semplice da pulire; tuttavia, adottando qualche piccolo accorgimento, è possibile farlo ancora meglio, evitando di ingiallirla o danneggiarla. In questo articolo forniremo alcuni consigli per garantire un’igiene perfetta di tutti gli oggetti in plastica che avete in giro per casa. Ricordate, che un’igiene perfetta, migliora anche la salute della vistra famiglia! Ovviamente, non tutti in casa abbiamo gli stessi oggetti, per cui, a seconda dei prodotti che abbiamo e dell’utilizzo che ne facciamo, avremo bisogno di determinati prodotti.

Cosa serve per pulire la plastica

Questi sono i prodotti che potrebbero servire per pulire qualsiasi oggetto di plastica presente in casa:

  • guanti
  • panno in microfibra
  • spazzolino
  • spugna abrasiva
  • detergente per i piatti
  • acqua ossigenata
  • limone
  • sapone di Marsiglia
  • aceto bianco
  • bicarbonato di sodio

In casa non mancano mai i contenitori ermetici. Sicuramente quelli di vetro garantiscono l’igiene migliore, ma non tutti ne siamo provvisti. Inoltre, anche quelli in vetro possiedono coperchi di plastica. La maggior parte di noi però, in casa ha contenitori per il cibo completamente di plastica, più comodi e maneggevoli. Non tutti possono essere lavati in lavastoviglie, perché il calore li deforma, quindi vanno lavati a mano. Ovviamente, dovremo utilizzare acqua calda, ma non troppo, sempre per lo stesso rischio di deformare la plastica, soprattutto quella dei coperchi che sono più delicati dei contenitori. Se in casa si possiedono contenitori in vetro, è possibile semplicemente lavare il coperchio con acqua calda e il contenitore con bicarbonato o limone, per eliminare i cattivi odori. Il consiglio è quello di lasciarli in acqua tiepida e limone tutta la notte. Il giorno dopo sarà più facile pulirli.

Macchie o odori persistenti

Molte volte capita di lavare un oggetto di plastica, ma non riuscire ad eliminare del tutto i cattivi odori. Per le macchie o gli odori più persistenti, è possibile creare una soluzione di acqua, aceto bianco, succo di limone, sale fino e detersivo per i piatti. Lasciandoli in ammollo tutta la notte in questa soluzione, elimineremo qualsiasi odore o macchia. Il problema della maggior parte dei prodotti di plastica di colore bianco, è che ingialliscono. Per riportarli al colore originale, è necessario utilizzare una spugna imbevuta nello sbiancante per la biancheria. Non utilizzare la candeggina, perché anche se in un primo momento sembra fare bene il suo lavoro, in seguito sarà la causa dell’ingiallimento. Infine, per pulire le parti in plastica dei tuoi elettrodomestici, utilizza un panno in microfibra, imbevuto in una soluzione di aceto bianco e bicarbonato, torneranno come nuovi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *