Spazzole per canne fumarie

Kit spazzacamino per stufa a pellet

Spazzole per canne fumarie

Kit spazzacamino con scovolo in nylon

Spazzole per canne fumarie

Kit spazzacamino con scovolo in acciaio

Spazzole per canne fumarie

Kit spazzacamino in nylon

Spazzole per canne fumarie

Kit per la pulizia della stufa a pellet

SFOGLIA TUTTO IL NOSTRO CATALOGO

Benvenuti all’interno di Scovoloneitaliano.it il primo sito completamente dedicato alla vendita di spazzole per camini e termosifoni. Lo scovolo, che molti conoscono con il nome popolare di scovolino, è uno strumento per la pulizia della casa; si tratta di una sorta di spazzola dalla forma allungata studiata appositamente per pulire in maniera semplice, veloce ed efficace la parte interna di tubi ed altri oggetti cilindrici, come ad esempio e in particolar modo, le canne fumarie e i termosifoni.
Lo scovolo, grazie alle setole di cui è dotato, è in grado di rimuovere efficacemente la polvere e tutte le impurità che si formano tra gli elementi dei termosifoni e all’interno della canna fumaria dei caminetti piuttosto che delle stufe.

Gli scovoli per la pulizia dei termosifoni e quelli per la pulizia delle canne fumarie sono costruiti in modo tale da agevolare le operazioni di pulizia; hanno manici estensibili e regolabili, sono spesso muniti di prolunghe e realizzati con setole adatte alla rimozione dello sporco che possono essere in polipropilene, come nel caso del nostro scovolo per termosifoni, piuttosto che in nylon o in acciaio.
Si possono acquistare scovoli fissi o flessibili, di varie lunghezze e vari diametri; a seconda dell’uso per cui sono progettati avranno dimensioni differenti e saranno realizzati in diversi materiali.

Come si utilizza lo scovolo

Lo scovolo si può piegare e raddrizzare tutte le volte che lo si desidera perché il manico è adattabile.
Per utilizzare lo scovolo per canna fumaria e lo scovolo per termosifoni basterà inserirlo tra gli elementi del calorifero o nella canna fumaria come se fosse un sondino.
Per quanto riguarda i termosifoni, qualora ci fosse qualche impedimento, ad esempio un davanzale o una mensola, è possibile inserire lo scovolo afferrandolo dalla parte alta.

Come pulire lo scovolo

Una volta utilizzato è possibile pulire lo scovolo con semplice acqua corrente e un prodotto sgrassante; è importante asciugarlo completamente prima del successivo utilizzo e per farlo basterà lasciarlo all’aria aperta o, se possibile, sotto al sole per poche ore. Grazie al materiale di cui è composto, lo scovolo non può arrugginire.

Perché acquistare uno scovolo

Le polveri che si depositano tra gli elementi del termosifone, piuttosto che all’interno della canna fumaria, soprattutto durante il periodo invernale quando i caloriferi sono accesi, si comporta come un vero e proprio materiale isolante, riducendo l’efficienza dei termosifoni, ovvero la quantità di calore che sono in grado di dissipare nell’aria. Per questo motivo pulirli, utilizzando lo scovolo, è l’unico modo per mantenere il loro funzionamento e la loro efficienza originale. Lo scovolo è un attrezzo utile a tutte le persone che in casa hanno uno o più caloriferi, piuttosto che una canna fumaria; inoltre può essere usato anche per altri scopi, ad esempio per pulire tubature di vario genere o elementi d’arredo tubolari, ma anche strumenti musicali, macchinari etc…
Si tratta di un oggetto indispensabile per coloro che amano il pulito e che desiderano rimuovere i depositi di polvere che si accumulano del tempo anche negli angoli più piccoli e nascosti dell’abitazione.

Scovoli per termosifoni

Come pulire i termosifoni

Con l’arrivo della stagione fredda si accendono i termosifoni e, anche nel caso si abbia a disposizione un caminetto o una stufa, si dovranno utilizzare per una buona parte dell’anno al fine di riscaldare in maniera ottimale tutte le stanze dell’abitazione. Come ben sappiamo, però, i termosifoni accesi attirano tantissima polvere e per questa ragione diventa necessario pulirli periodicamente in modo tale da essere certi di rimuovere tutte le impurità che si formano tra i suoi elementi. Un termosifone poco pulito non è soltanto poco igienico ma anche meno efficiente, dato che la polvere accumulata è in grado di agire come materiale isolante, bloccando il calore che il termosifone dovrebbe dissipare nell’aria.
La pulizia dei termosifoni è importante per due motivi:

  1. I caloriferi puliti, ovvero privi di depositi, riscaldano di più e non sporcano l’aria impregnandola di polveri, mantenendo così la qualità dell’aria tra le mura domestiche.
  2. La pulizia dei termosifoni è di fondamentale importanza soprattutto se in casa abitano soggetti allergici; una corretta e costante rimozione della polvere è l’unico modo per poter scongiurare l’insorgere di problemi respiratori, in particolar modo durante la notte, quando per molte ore si respira la stessa aria.

Vediamo, quindi, come pulire i termosifoni.
Prima di utilizzare le nostre spazzole per termosifoni, vi consigliamo alcune operazioni “preliminari” di pulizia, da seguire con scrupolo soprattutto se in casa avete caloriferi in metallo oppure in ghisa.
Ecco le operazioni da eseguire:

  • Per prima cosa rimuovere gli eccessi di polvere utilizzando un aspirapolvere; per farlo sarà necessario utilizzare il beccuccio più piccolo di cui la macchina è dotata per potersi avvicinare il più possibile alle zone nascoste del termosifone. Nel caso non abbiate l’aspirapolvere, oppure questa non sia munita di beccucci di varie misure, potete utilizzare un phon; sarà sufficiente posizionarlo su “aria fredda” e accenderlo facendolo attenzione a far passare l’aria in tutte le direzioni possibili. Per evitare che la polvere che si stacca dal termosifone si disperda completamente nell’aria è consigliato utilizzare due panni bagnati e posizionarli uno dietro al calorifero e l’altro a terra sotto al termosifone, in modo tale che catturino la polvere.
  • In alternativa al phon e all’aspirapolvere è possibile optare per una scopa a vapore per pulire i termosifoni.
  • Infine, una volta rimossa la polvere in eccesso, utilizzate il nostro scovolo per termosifone per eliminare tutti i residui di polvere ed essere certi che gli elementi del calorifero siano veramente puliti e possano essere, quindi, realmente efficienti.
  • A questo punto, dopo aver rimosso tutta la polvere, potrete anche lavare il termosifone per eliminare eventuali macchie che si sono formate nel tempo.

Il lavaggio più efficace è sicuramente quello a base di acqua e sapone di Marsiglia; ecco come fare:

  • Prendete un secchio e versatevi molta acqua tiepida e qualche bicchiere di sapone di Marsiglia in formato liquido.
  • Immergete una spugna nel secchio e iniziate a lavare il calorifero; è sempre consigliato mettete un panno sotto al termosifone per evitare che l’acqua sporca cada sul pavimento e scivoli in tutta la stanza.
  • Infine, risciacquate accuratamente il termosifone con acqua pulita e asciugatelo bene prima di metterlo in funzione nuovamente.

Per pulire i termosifoni con efficacia è fondamentale mantenerli puliti nel tempo, ovvero rimuovere i depositi di polvere periodicamente (circa una volta alla settimana durante l’inverno); per fare ciò lo scovolo per termosifoni resta sicuramente lo strumento più efficace.
La nostra spazzola per termosifoni è stata pensata per mantenere un ottimo livello di pulizia del termosifone il più a lungo possibile, senza rendere troppo spesso necessario il vero e proprio lavaggio.

Scovolo per termosifoni

Il nostro scovolo per termosifoni è realizzato in acciaio anodizzato, ovvero sottoposto ad un processo elettrochimico di anodizzazione o ossidazione anodica, grazie al quale viene formato uno strato protettivo di ossido capace di proteggere il metallo trattato, in questo caso l’acciaio, dalla corrosione e quindi dall’usura.

Le setole che costituiscono lo scovolo vengono incastrate nella struttura attraverso il lavoro di una macchina a pressa, in grado di pressare oltre 200 kg per parte, che rende tali setole impossibili da rimuovere durante l’utilizzo dello scovolo; questo significa garanzia di durevolezza e, soprattutto, di funzionalità durante i lavori di pulizia dei termosifoni, piuttosto che delle canne fumarie.

Il nostro puliscitermosifone ha una lunghezza di 1 metro, tale da permettere una pulizia rapida e dall’ottimo risultato. La lunghezza dello scovolo, che come abbiamo detto è di 1 metro, ovvero il doppio rispetto agli scovoli o scovolini tradizionali che sono lunghi circa la metà, permette di pulire al meglio sia i termosifoni tradizionali che quelli fuori misura standard; infatti, nel caso il termosifone sia più alto di 100 cm, ad esempio 180-190 cm, inserendo lo scovolo prima dell’alto e successivamente del basso, o viceversa, saremo in grado di pulirlo completamente e senza sforzi.

Le setole con cui lo scovolo è realizzato sono in polipropilene, un materiale elettrostatico perfetto per catturare la polvere e le impurità che si depositano tra gli elementi del termosifone. Se lo si desidera è possibile utilizzare un prodotto sgrassante, meglio se diluito in acqua, e spruzzarlo sulle setole dello scovolo prima di usarlo; si tratta, comunque, di un’operazione non necessaria dato che il polipropilene, a differenza del nylon e della plastica, può essere utilizzato da asciutto dando sempre ottimi risultati. Il nostro scovolo è un oggetto resistente, progettato per durare nel tempo sino a 10/15 anni, mai di meno.

Scovoli per canne fumarie

Come pulire la canna fumaria

Per poter trarre il massimo dall’uso del camino, piuttosto che della stufa, è indispensabile che la canna fumaria sia sempre in ottimo stato; è quindi assolutamente necessario che sia ben pulita, al fine di evitare problemi di tiraggio che causerebbero la presenza di fumo e fuliggine. In caso di ostruzione della canna fumaria, infatti, si potrebbero verificare malfunzionamenti e, nei casi più gravi, addirittura autocombustione.
È possibile rendersi conto che qualcosa non funziona attraverso alcuni segnali quali, ad esempio, la caduta di fuliggine quando si chiude la serranda che regola la canna fumaria, piuttosto che la presenza di fumo e cattivi odori negli ambienti domestici. In questi casi, a meno che non si sospetti un guasto o si abbia a che fare con impianti particolari dal punto di vista della struttura, è possibile provvedere da sé alla pulizia della canna fumaria senza richiedere l’intervento di un tecnico specializzato.

La pulizia della canna fumaria va, in ogni caso, eseguita periodicamente, sia per tutelare la propria sicurezza in casa che per conservare l’efficacia del camino o della stufa. Di regola, la canna fumaria andrebbe pulita ad anni alterni, e se una volta questa operazione era lasciata interamente agli spazzacamini, oggi è diventato sempre più difficile trovarne uno e per questo motivo molte persone decidono di pulire la canna fumaria, e quindi l’intero impianto del camino, da sé.

Provvedere autonomamente alla pulizia della canna fumaria significa, in primo luogo, dotarsi degli strumenti necessari per fare un buon lavoro, ovvero utilizzare innanzitutto gli scovoli per canne fumarie, meglio conosciuti come spazzole per canne fumarie. Per pulire la canna fumaria è necessario salire sul tetto della propria abitazione e utilizzare lo scovolo procedendo con movimenti regolari dall’alto verso il basso; per una corretta pulizia della canna fumaria, sarebbe opportuno che la spazzola utilizzata avesse la stessa forma della canna fumaria.

In generale, la canna fumaria può avere una forma circolare o quadrata e utilizzando uno scovolo della giusta forma e dimensione sarà più semplice penetrare la canna fumaria e pulirne le pareti per l’intera lunghezza. In base al materiale con cui è realizzata la canna fumaria, ad esempio acciaio, cemento o ghisa, si dovrà scegliere lo scovolo per la canna fumaria.

Il materiale della canna fumaria determina anche l’efficacia della spazzola per la pulizia della canna stessa; se, ad esempio, la canna fumaria è realizzata in metallo, materiale che facilita la fuoriuscita del fumo e impedisce la formazione eccessiva di fuliggine sulle pareti della canna, sarà più semplice pulirla perché il metallo consente alla spazzola per la canna fumaria di penetrare più velocemente ed efficacemente lungo le pareti.

Come scegliere la spazzola per pulire la canna fumaria

Scegliere la spazzola per la canna fumaria è molto importante; non tutti gli scovoli, infatti, sono adatti a questo genere di operazione. Il primo passo per essere certi di acquistare uno scovolo adatto alla pulizia del camino sarà quello di scegliere una spazzola realizzata in un materiale che sia compatibile con quello in cui è costruita la stessa canna fumaria, in modo tale da non generare fastidiosi attriti che limiterebbero l’uso dello scovolo e renderebbero meno efficace la pulizia.

Se, ad esempio, dovete pulire una canna fumaria in muratura, l’ideale sarà optare per uno scovolo in acciaio. Generalmente, la tecnica più efficace per pulire la canna fumaria è quella di procedere dall’alto verso il basso; si tratta del metodo più pratico da eseguire, ma occorre seguire comunque alcuni accorgimenti per rendere davvero efficace la pulizia. Si potrebbe, ad esempio, prevedere l’uso di una corda tramite la quale manovrare la spazzola sia dall’alto che dal basso; ovviamente bisognerà essere in due.
Una volta raggiunto il tetto dell’abitazione, bisognerà asportare la sezione terminale del comignolo, e impugnare la spazzola manovrandola con ripetuti movimenti in su e in giù. Nel caso di una canna fumaria a sezione quadrata o circolare sarà più semplice eseguire la pulizia rispetto ad una struttura con pareti spigolose o frastagliate; il lavoro si complica anche in caso di canne fumarie dalla struttura innovativa che presentano, ad esempio, cambi di direzione. Se si decide di pulire la canna fumaria dall’alto è importante ricordarsi di sigillare al meglio la bocca del camino, in modo da evitare che l’ambiente si sporchi a causa della fuoriuscita di detriti e fuliggine. Allo stesso modo, se si effettua la pulizia della canna fumaria della stufa si procederà rimuovendo il tubo e chiudendolo completamente, sempre per evitare la fuoriuscita dello sporco.

Scovoli per canna fumaria

I nostri scovoli per canne fumarie sono tutti realizzati con materiali di eccellente qualità, in grado di garantire ottimi risultati e durata nel tempo. Sul nostro sito potrete scegliere lo scovolo per canna fumaria più adatto alle vostre esigenze; troverete kit di pulizia per il camino, ma anche per stufe classiche o a pellet e caldaie moderne, dotati di prolunghe flessibili in cavo d’acciaio, affidabili e resistenti, capaci di permettere l’attraversamento di eventuali curve e gomiti presenti nella canna fumaria. Essendo indispensabile adeguare lo scovolo alla tipologia di canna fumaria da pulire, potrete scegliere tra le numerose soluzioni al fine di ottenere i migliori risultati, ad esempio scovoli in acciaio per la pulizia delle canne fumarie in calcestruzzo, laterizio e mattoni, scovoli in nylon da utilizzare per la pulizia delle canne fumarie in Inox, così come scovoli tondi, ad elica o a doppia elica.